Bordo condiviso sinistro
  Torna alla home
 

Profilo

 
  Chi siamo
  Dove siamo
  Brugherio
  San Damiano

 

I nostri servizi

   
 
Conducente 
 
  Cat. e documenti
  Lezioni di teoria
  Lezioni di guida
  Corsi recupero  punti
  Consorzio
  Modulo visita
  Corsi CQC
  Rinnovo
  Duplicato
  Conversione
  Internazionale

   
 
Veicolo
   
  Targa ciclomot.
  
 

Utilità

 
  Patente moto
  Patente a punti
  Casco
  Codice d. strada
  Patente card
 
CQC
  Sanzioni
  Quiz on-line
  Link costruttori
  Domande frequenti
  
Calend. revisioni
  Alcol ed effetti
  Guida sicura

 

Contatti

  
  Info generali
  Mess. istantanei
  Personali 

Link di settore

 
  Ruotesicure
  
Unasca
  
Unascamilano
  
Poliziadistato
  Motociclismo
  
Seada
  
 

Link utili

 
  
Numeri di telefono
  
c.a.p.
  Codice fiscale
  Convertitori
  
Calcola il bollo
  
Orari treni
  Ultime notizie
  Fusi orari

   Vocabolario
  
Traduttore
 

Siti amici

   
  Pratichecatastali

 
ilpalagione.com
  Peregomobili
 

 
 

 Decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

 
Articoli--> 1 2 3 4 5 6 7 8 9

Il Ministro delle

Infrastrutture

e dei Trasporti
 

VISTO l'art. 7 del decreto legislativo 15 gennaio 2002, n. 9 e successive modificazioni, che introduce la patente a punti;

VISTO in particolare il comma 4 che prevede che la frequenza ai corsi di aggiornamento organizzati dalle autoscuole ovvero dai soggetti pubblici e privati a ciò autorizzati dal Dipartimento per i trasporti terrestri consente di riacquistare punti;

CONSIDERATA l'esigenza di stabilire i programmi e le modalità di svolgimento dei corsi di cui all'art. 7, comma 4 del decreto legislativo 15 gennaio 2002, n. 9 e successive modificazioni

 

DECRETA

ART. 1

(Modalità di svolgimento del corso)

1. In relazione alla previsione dell'art. 7, comma 4 del decreto legislativo 15 gennaio 2002, n. 9 e successive modificazioni, possono essere organizzati due tipi di corsi per il recupero dei punti:

a) per i titolari di patente di guida della sottocategoria A1 e delle categorie A, B, B+E;

b) per i titolari di patente di guida delle categorie C, C+E, D, D+E e certificato di abilitazione professionale di tipo KA e KB

2. I corsi di cui al precedente comma 1 lettera a) consentono di recuperare sei punti, hanno durata di dodici ore e devono essere svolti in un arco temporale comp lessivamente non superiore a due settimane consecutive; ogni lezione non può avere durata superiore a due ore giornaliere.

3. I corsi di cui al precedente comma 1 lettera b) consentono di recuperare nove punti, hanno durata di diciotto ore e devono essere svolti in un arco temporale complessivamente non superiore a quattro settimane consecutive ; ogni lezione non può avere durata superiore a due ore giornaliere.

4. Ogni corso non può essere frequentato da più di venticinque partecipanti

5. I corsi devono essere tenuti presso locali autorizzati, con insegnante autorizzato secondo quanto previsto con separato decreto. Non sono ammessi corsi on-line o in video-conferenza.

Torna su
 
 

ART. 2

(Programma dei corsi per il recupero di sei punti)

1. Il programma del corso, per il recupero di sei punti comprende le seguenti materie:

a) segnaletica stradale (1 ora)

b) norme di comportamento sulla strada (4 ore)

c) cause degli incidenti stradali (2 ore)

d) stato psicofisico dei conducenti, con particolare riguardo all'abuso di alcool o droghe (2 ore)

e) nozioni di responsabilità civile e penale, omissione di soccorso (1 ora)

f) disposizioni sanzionatorie (1 ora)

g) elementi del veicolo rilevanti ai fini della sicurezza stradale (1 ora).
 

Torna su
 
 

ART. 3

(Programma dei corsi per il recupero di nove punti)

1. Il programma del corso per il recupero di nove punti comprende le seguenti materie:

a) segnaletica stradale (1 ora)

b) norme di comportamento sulla strada (4 ore)

c) cause degli incidenti stradali (2 ore)

d) stato psicofisico dei conducenti, con particolare riguardo all'abuso di alcool o droghe (2 ore)

e) nozioni di responsabilità civile e penale, omissione di soccorso (1 ora)

f) disposizioni sanzionatorie (2 ore)

g) responsabilità del trasporto pubblico di persone (2 ore)

h) responsabilità del trasporto pubblico di cose (2 ore)

i) elementi del veicolo rilevanti ai fini della sicurezza stradale (2 ore).
 

Torna su
 
 

ART. 4

(Finalità dei corsi)

1. Nello svolgimento dei corsi di cui all'art. 1, comma 1 del presente decreto, i docenti avranno cura di trattare i diversi argomenti, ove possibile, con riferimento alla tipologia di violazioni che ha comportato la decurtazione del punteggio dei partecipanti presenti al corso. I docenti avranno altresì cura di richiamare l'attenzione dei partecipanti sulla necessità di attenersi a comportamenti che, nell'assicurare il rispetto delle regole, garantiscano la tutela della vita umana.
 

Torna su
 
 

ART. 5

(Svolgimento dei corsi)

1. I soggetti pubblici e privati e le autoscuole che intendono tenere un corso comunicano all'Ufficio provinciale del Dipartimento dei trasporti terrestri competente per territorio, con un preavviso di almeno sette giorni, la data di inizio e di termine del corso.

2. Per ogni corso devono essere indicati:

a) i giorni e gli orari delle lezioni;

b) il docente o i docenti;

c) il responsabile del corso;

d) l'elenco dei partecipanti al corso.

3. Eventuali variazioni dei calendari devono essere tempestivamente comunicati all'Ufficio provinciale del Dipartimento dei trasporti terrestri competente per territorio.
 

Torna su
 
 

ART. 6

(Frequenza dei corsi)

1. Non è possibile iscriversi ad un corso se non si è prima ricevuta la comunicazione, da parte del Dipartimento dei trasporti terrestri, di decurtazione del punteggio. Non è possibile frequentare più di un corso per ogni comunicazione di decurtazione del punteggio.

2. Non è consentito frequentare due corsi contemporaneamente

3. Durante lo svolgimento ordinario, sono consentite al massimo:

a) quattro ore di assenza per i corsi di cui all'art. 1, comma 1, lettera a);

b) sei ore di assenza per i corsi di cui all'art. 1, comma 1, lettera b).

4. L'allievo che dovesse essere assente per un numero superiore di ore dovrà ripetere l'intero corso per ottenere l'attestazione di frequenza, mentre gli allievi che non hanno superato il limite massimo di ore di assenza previste al punto precedente potranno ottenere detta attestazione solo dopo aver recuperato le lezioni non frequentate. A tal fine le autoscuole ed i soggetti pubblici e privati che hanno istituito i corsi dovranno prevedere apposite lezioni di recupero
 

Torna su
 
 

ART. 7

(Iscrizione e Registri dei Corsi)

1. Tutti coloro che frequentano i corsi di cui all'art. 1 devono essere iscritti in un apposito "registro delle iscrizioni" conforme al modello previsto all’allegato 1 tenuto dall’autoscuola o dal soggetto abilitato.

2. Le autoscuole o i soggetti abilitati devono tenere anche un "registro di frequenza dei corsi" (conforme al modello previsto all'allegato 2) sul quale deve essere annotata la presenza dei frequentatori: giorno-mese-anno, orario e argomento della lezione, firme in entrata ed in uscita da parte del frequentatore. L'assenza di un partecipante deve essere annotata sul registro entro quindici minuti dall'orario di inizio della lezione.

3. I registri devono avere le pagine numerate consecutivamente e dovranno essere preventivamente vidimati dall'Ufficio provinciale del Dipartimento dei trasporti terrestri. Detti registri devono essere conservati per almeno cinque anni.
 

Torna su
 
 

ART. 8

(Attestazione finale)

1. Al termine del corso viene rilasciato dall'autoscuola o dal soggetto che ha tenuto il corso, un attestato in duplice copia. Una copia viene consegnata al partecipante che ha frequentato il corso, l’altra all'Ufficio provinciale del Dipartimento dei trasporti terrestri per l'aggiornamento dell'Anagrafe nazionale degli abilitati alla guida entro tre giorni dalla fine del corso, unitamente all’elenco di coloro che hanno frequentato il corso e che hanno recuperato i punti previsti.

2. L’attestato deve essere conforme al modello di cui all’allegato 3 e deve riportare in originale le firme del responsabile del corso e del frequentatore.
 

Torna su
 
 

ART. 9

(Decorrenza dei punti acquisiti)

1. Il reintegro dei punti decorre dalla data del rilascio dell'attestazione di frequenza del corso e verrà effettuato non appena il Centro elaborazione dati del Dipartimento dei trasporti terrestri avrà avuto comunicazione dell'attestazione di frequenza.

2. Qualora il Centro elaborazione dati del Dipartimento dei trasporti terrestri ricevesse, in data anteriore a quella dell'attestato di frequenza del corso, la comunicazione di perdita totale del punteggio residuo, il conducente non potrà godere dei benefici del corso stesso e, quindi, dovrà sottoporsi ad esame di revisione.

IL MINISTRO

 

Torna su

Copyright © 2000-2015 Autoscuola Pozzi sas - Tutti i diritti riservati - E' vietata ogni riproduzione totale o parziale di qualsiasi tipologia di testo, immagine o altro presente su questo sito. Ogni riproduzione non espressamente autorizzata è considerata violazione della L. 633/41 e pertanto perseguibile penalmente.
 
Autoscuola Pozzi sas, Via A. De Gasperi, 46 - 20861 - Brugherio (MB) P.IVA 02240540969
 
Powered & Developed by
Dario Pozzi
 

  
Autoscuola Pozzi sas ha superato il controllo di qualità di HTML.it con punteggio 75%   Corsi di Guida  

 

 

News

 

Proseguono i corsi di rinnovo della CQC merci e persone, per calendari e iscrizioni
...continua...

Pubblicato il Decreto sulla Guida Accompagnata che si può conseguire a 17 anni se in possesso di patente A1. In vigore dal 22 aprile 2012
...continua...

 

Pubblicato il Decreto per la formazione e l'abilitazione di Insegnanti e Istruttori di autoscuola
...continua...

 

   

Cerca

 
 
Cerca nel web con
 

 

E' uscito il dvd della casa editrice Finson che ci vede interpreti protagonisti nella  spiegazione della patente a punti
 


 

Autoscuola Pozzi

Crea il tuo badge